Turismo in Romania Visitare Romania, una guida alle città da visitare e al turismo in Romania

Romania

La Romania (in romeno România) è uno stato nel sud-est dell'Europa, detto spesso anche Europa balcanica o, più correttamente, Europa danubiana. Confina a nord-est con l'Ucraina e la Repubblica di Moldavia, ad ovest con l'Ungheria e la Serbia e a sud con la Bulgaria. La Romania ha anche un piccolo litorale del Mar Nero. La Romania è entrata ufficialmente a far parte dell'Unione Europea il 1° gennaio 2007.

Storia del nome e dell'identità nazionale

Il nome Romania deriva da Român, derivazione dell'aggettivo latino Romanus, romano. Rappresenta le origini culturali e linguistiche della nazione romena, dalla colonizzazione romana dell'antica provincia romana della Dacia.

Il nome "Romania" viene usato ufficialmente per denominare le terre dell'attuale stato di Romania solo dal XIX secolo. Prima si parlava di Valacchia e Moldavia, per denominare i principati danubiani a maggioranza rumena, e di Valacchi, per denominare le genti rumene. La parola Romania, invece, veniva usata nel significato di terre dell'imperatore di Roma.

In seguito alla caduta (avvenuta a partire del V secolo d.C.) dell'Impero romano d'Occidente, questo termine restò ad indicare la parte continentale europea dell'Impero Romano d'Oriente, l'unico che potesse rappresentare la continuità con l'Impero Romano. Per quasta ragione Costantinopoli fu detta anche "la seconda Roma". Per molti secoli per i documenti ed i discorsi ufficiali si continuò ad impiegare, almeno nelle formule iniziali, il latino e l'imperatore non smise mai di dirsi Basileos Rhomaion, o Imperatore dei Romani.

Nel medioevo Romania è quindi l'Europa bizantina e cristiana non solo di lingua e cultura greche (Grecia, Asia Minore ellenizzata), ma anche Slava (Bulgaria e parte dell'Europa Balcanica sotto sovranità bizantina), Illirica e Latina (Italia bizantina - contrapposta all'Italia Longobarda, chiamata Longobardia o Lombardia -, Dalmazia ed ampie zone danubiane e balcaniche abitate da varie popolazioni, fra cui i progenitori degli attuali Rumeni).

Ancora oggi in greco moderno esiste la parola "Romaico" nel significato di "Greco", riferito in particolare alla lingua parlata dal popolo (lingua romaica o demotica). Quando, dopo la conquista della crociata di Costantinopoli del 1204, viene creato un impero latino d'Oriente (che avrà vita breve, fino al 1261), il suo signore viene detto Imperator Romaniae (ovvero Imperatore di Romania). Venezia definì sempre i suoi possedimenti orientali "Romània".

Quando poi, nell'800 romantico dei nazionalismi, i Greci iniziano ad usare più volentieri il termine "Ellenico" per definire la propria identità, le popolazioni di Valacchia, Moldavia e (successivamente) Transilvania, latine di lingua e di sentimenti, attraverso la riscoperta ad opera degli intellettuali della propria peculiare identità linguistica di matrice latina, unica in Europa Orientale, rivendicarono la propria origine romana e decisero a loro volta di chiamarsi rumeni o romeni. L'antico principato di Valacchia fu definito per primo "Ţara Românească" (Nazione Romena).

Lo stato moderno rumeno (soprattutto durante l'epoca nazional-comunista), ha investito molto in termini di propaganda e organizzazione culturale nella promozione della continuità romano-rumena, soprattutto dopo la fine dello stalinismo. Durante lo stalinismo -al contrario- aveva prevalso l'ossequio all'URSS in termini sia politici che culturali. Fu in tale periodo che la città di Braşov, venne ribattezzata per un breve periodo Oraşul Stalin, ovvero Città di Stalin (analogamente a quanto era avvenuto in Russia per la città di Tsaritsyn, ribattezzata Stalingrado dal 1925 al 1961).

La Romania presenta oggi strade, piazze e vie dedicate ai grandi della storia romana (Cesare, Augusto, Traiano), più che in qualsiasi altro paese neo-latino (Italia compresa). Sono stati "romenizzati" anche i nomi di città medievali (alcune delle quali di fatto ri-fondate dopo il periodo delle invasioni barbariche da coloni non autoctoni) allo scopo di esaltare la presenza (non solo archeologica) romana e ridimensionare il contributo delle popolazioni di etnia differente, segnatamente Ungheresi e Sassoni di Transilvania. È il caso di città quali Klausenburg (per gli ungheresi Kolosvár) ribattezzata Cluj-Napoca) o di Hermannstadt (un tempo la principale delle città del Siebenbürgen) ribattezzata Sibiu in memoria dell'antica Cibinum romana.

Turismo in Romania


    Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583

    Bandiera Romania

    Romania

    • Superficie: 22303552
    • Capitale: Bucarest
    • Lingua: Romeno
    • Ordinamento: Repubblica parlamentare
    • Prefisso telefonico: Romania
    • Targa: RO
    • Moneta:

    mappa Romania Mappa Romania